Financial Researches EBIT o margine operativo netto

L’EBIT

L’EBIT EBIT è un acronimo inglese che sta per Earnings Before Interest and Taxes (Utili prima degli interessi

L’EBIT

EBIT è un acronimo inglese che sta per Earnings Before Interest and Taxes (Utili prima degli interessi e tasse). In italiano è tradotto in risultato operativo aziendale.

L’EBIT è l’espressione del risultato aziendale prima delle imposte e degli oneri finanziari. L’EBIT esprime quindi il reddito che l’azienda è in grado di generare prima della remunerazione del capitale, comprendendo con questo termine sia il capitale di terzi (indebitamento) sia il capitale proprio.

In sintesi, l’EBIT segnala la capacità di un’impresa di generare reddito dalle operazioni svolte nel corso dell’esercizio, ignorando sia l’aspetto fiscale, sia la struttura del capitale.

L’EBIT viene usato per comparare due o più imprese, operanti nello stesso settore, ma che potrebbero presentare risultati finali molto diversi per via della diversa struttura del capitale (più o meno debito) o per via di operare in paesi a diverso regime fiscale (più o meno tasse sul capitale).

Qualche esempio

Prendiamo il caso di un’azienda con un utile netto negativo, ma influenzato dall’alto grado di indebitamento e quindi dal pagamento di ingenti interessi passivi.  L’azienda sarebbe in grado di generare reddito, ma non lo fa, in quanto la struttura del capitale risulta molto sbilanciata sul debito. Probabilmente servirebbero maggiori mezzi propri, magari apportati attraverso un aumento di capitale. In questo modo l’esercizio sarebbe gravato da minori oneri finanziari a tutto vantaggio della redditività aziendale.

Un altro caso potrebbe essere la valutazione di due aziende operanti nello stesso settore. Entrambe con utili netti positivi ma molto diversi fra loro per via di un diverso regime fiscale. L’EBIT permette di valutarle senza farsi trarre in inganno dalla diverse aliquote fiscali.

Ecco, quindi, che l’EBIT consente sia la comparazione tra imprese, sia la valutazione del prezzo equo di acquisto.

Considerazioni

Dunque, nelle valutazioni aziendali, è sempre necessario guardare non solo e non tanto all’utile (perdita) netto ma alla gestione caratteristica, che rappresenta il core business della società.

Può accadere, infatti, che gli utili netti di un’azienda siano esclusivamente dovuti alla gestione finanziaria, mentre il reddito operativo è negativo. Se questo si manifesta per periodi di tempo prolungati, sta a significare che l’azienda sta sbagliando mestiere. Dovrebbe infatti dedicarsi solo alla gestione finanziaria perché quella caratteristica va male e brucia risorse, invece che crearne.

Ancora, un EBIT elevato ed un utile netto basso o negativo potrebbe rispecchiare una legislazione fiscale poco favorevole nel paese in cui la società ha sede, segnalando la possibile necessità di operare altrove.

 

 

About Giovanni Fasano

Giovanni Fasano si è laureato in finanza d’impresa alla Heriot Watt University di Edimburgo, conseguendo poi il Master of Business Administration nello stesso ateneo col massimo dei voti. Ha maturato un’esperienza ventennale nel campo della finanza d’impresa scrivendo business plan per progetti finanziati dalle più importanti società di venture capital mondiali. È consulente di panificazione strategica di società di capitali italiane ed internazionali e di analisi statistica per gruppi bancari ed assicurativi del Regno Unito. È esperto di valutazioni aziendali e del modello CAPM (Capital asset pricing model) applicato sia a società quotate sia al private equity.